L’ascesa dei Bonacolsi di Mantova

L’ascesa dei Bonacolsi di Mantova

L’autonomia comunale inizia per Mantova ne l 1116 quando l’imperatore Enrico V assicura ai mantovani che nessun signore prenderà più il posto dei Canossa. Un decreto imperiale garantisce poi l’esenzione dall’albergario, la tassa per il mantenimento dell’esercito. La città guibila. La protezione imperiale garantisce finalmente prosperità e tranquillità sociale ed i mantovani si spingono sino ad abbattere il palazzo che era stato sede dei Canossa. (altro…)

La sommossa dell’Alto Milanese del 1889

La sommossa dell’Alto Milanese del 1889

Tratto da Salvatore Ottolenghi, “La suggestione e le facoltà psichiche occulte in rapporto alla pratica legale e medico-forense”, questo testo si sofferma sulla ricostruzione di una rivolta che scoppò nell’Alto Milanese nel maggio del 1889. (altro…)

Ezzelino, il “terror Italiae”

Ezzelino, il “terror Italiae”

“E quella fronte che ha il pel così nero, / E’ Azzolino”, scrisse il Sommo Poeta d’una delle figure più interessamti e spietate del Duecento, così feroce ed impietosa da affiancarsi come “terror Italiae” allo “stupor mundi”. Ezzelino III da Romano, conquistò la Marca Trevigiana con undici anni di sangue, il sacco di Vicenza, l’assassinio di Vado e Jacopo di Carrara, di Battista della Porta, di oppositori e loro familiari. Sostenne Federico II e ne sposò la figlia, poi, isolato e senza vie di fuga fu inseguito e sconfitto da Martino della Torre, capo dei guelfi di Milano. (altro…)

L’eleganza e la vanità alla corte di Ludovico il Moro

L’eleganza e la vanità alla corte di Ludovico il Moro

Milano ai giorni di Ludovico il Moro era affollata di dame e cavalieri, francesi e milanesi, e di cavalli ricoperti di fastosi ornamenti. Cacce col falco, cacce col cane, cacce al cinghiale, feste, rappresentazioni teatrali, ogni occasione permetteva un incredibile sfogio di vesti, gioielli e acconciature. (altro…)