Il tradimento di Novara, 10 aprile 1500

Il tradimento di Novara, 10 aprile 1500

“Fatal Novara” è un’espressione famosa nella storia e nella letteratura italiana, creata da Giosuè Carducci nella celebre ode Miramar. A rigore il termine dovrebbe far riferimento alla nave Novara della marina austro-ungarica, che da Trieste portò l’arciduca Massimiliano d’Austria in Messico verso l’impresa sfortunata conclusasi davanti a un plotone d’esecuzione a Queretaro. Spesso l’espressione è stata utilizzata, erroneamente, per fare riferimento alla sconfitta piemontese del 1849 che concluse la I Guerra d’Indipendenza. Eppure Novara fu realmente “fatale”, nella storia d’Italia, molti anni prima del Risorgimento, e fu fatale a quello che era forse il più ricco e splendido stato italiano, vale a dire il Ducato di Milano. Novara inaugurò la conquista straniera dei potentati italiani, con tutto ciò che ne sarebbe seguito. (altro…)

La Grancontessa Matilde di Canossa

La Grancontessa Matilde di Canossa

“Matilda, Dei gratia si quid est”: così si firmava, solitamente con l’aggiunta di un riferimento alla sua fragile condizione di “foemina”, la Grancontessa Matilde di Canossa, spentasi il 24 luglio del 1115, Signora di un territorio vastissimo spaziante dal Lago di Garda fino alla Tuscia ed all’Umbria, e dal Tirreno all’Adriatico, ereditato dal padre Bonifacio. (altro…)

Incursioni turche in Friuli

Incursioni turche in Friuli

Accanto alle guerre dichiarate, l’impero turco aveva sviluppato delle guerre non “ufficiali” per aumentare la pressione sull’Occidente, alcune di queste arrivarono a toccare anche il Friuli. (altro…)

Raimondo Montecuccoli, la Spada dell’Impero

Raimondo Montecuccoli, la Spada dell’Impero

Raimondo Montecuccoli, colui che rimase probabilmente il più grande capitano italiano del secolo barocco nacque nel Castello di Montecuccolo in una famiglia della piccola nobiltà locale vassalla del Duca di Modena. Inizialmente sembrava destinato alla carriera ecclesiastica, dopo aver studiato a Modena ed essere stato al servizio del Cardinale Alessandro d’Este; nel 1625, invece, complice la morte del proprio protettore, cambiò indirizzo, scegliendo la carriera delle armi. (altro…)

Ambrogio Spinola, il conquistatore di Breda

Ambrogio Spinola, il conquistatore di Breda

La famosissima tela di Diego Velázquez intitolata “La resa di Breda”, custodita al Prado, vista da milioni di visitatori, ha consegnato alla popolarità l’immagine di Ambrogio Spinola, 1º Marchese di Los Balbases, condottiero genovese, l’ultimo grande capitano a servire le armi della Spagna imperiale degli Asburgo.

(altro…)