Info

Tutto su Historia Regni

Historia Regni è un portale telematico dedicato alla storia d’Italia. Ci muovono l’impegno nella valorizzazione dell’arte e della cultura italiana, il desiderio di far luce sulla dimensione ed il fondamento storico di una identità antica da riscoprire.

Nella nostra epoca siamo in presenza di un fenomeno di portata grandiosa che interessa le piccole e le grandi comunità. Una folle macchina dell’omologazione incide sulle identità culturali, le distorce, le appiattisce, le zittisce, le cancella. Peculiarità sono snaturate, specificità sono distrutte. Opporsi alla perdita del patrimonio culturale costituisce un vero e proprio impegno civile. Nel brancolamento in corso, dovremmo metterci in cammino seguendo tracce, sfidando insidie, perché forse oggi più che in ogni altra epoca “vivere non nocesse, navigare necesse est”.

Il portale nasce su iniziativa di Angelo D’Ambra, è senza scopo di lucro e si avvale di collaborazioni gratuite

Studiosi che collaborano o che hanno collaborato con Historia Regni (in aggiornamento):

Hugo Álvaro Cañete, saggista, esperto di storia militare, fondatore del Grupo de Estudios de Historia Militar
Rafael Rodrigo Fernández, docente di Storia contemporanea e spagnola alla Kensington School (Pozuelo de Alarcón, Madrid), presidente dell’Asociación de Estudios Históricos Austrias Mayores, nonché volto noto del programma televisivo spagnolo Tiempos Modernos
Esteban Mira Caballos, saggista ed esperto delle relazioni tra Spagna e America nel XVI secolo

Giovanna Battaglino, Associazione Storica della Valle Telesina
Giuseppe Acella, esperto di storia equina
Santo Gioffrè, medico, scrittore, saggista, autore del romanzo ”Il Gran Capitan e il Mistero della Madonna Nera”
Alfonso Mignone, avvocato salernitano esperto in diritto della navigazione e dei trasporti. E’ autore di Nuovi Studi sulla Tabula de Amalpha (2016) e La Riforma portuale di Federico II (2017).
Giovanni Pede, autore del volume “La Battaglia del Macerone. I quarantacinque giorni che fecero unita l’Italia”, è appassionato di storia militare italiana
Davide Barella, insegnante, si occupa di teatro sociale (scuole, carceri, disabilità) e di promozione della lettura e della letteratura per ragazzi. E’ autore di saggi e articoli sui Ventimiglia, sui cavalieri corsari e su Emilio Salgari.
Flaviano Garritano, studioso di monachesimo cistercense, ha collaborato con “Calabria Ora”, “Il Veltro di Sambucina”, “Il Pungolo”, “Calabria. Noi nel Mondo”.

José Andrés Alvaro Ocáriz, studioso di storia, saggista, esperto in filologia francese e spagnola.
José María Moreno, docente dell’Universidad Complutense de Madrid, collaboratore del Museo Naval de Madrid
Antonella Orefice, ricercatrice storica e direttore responsabile presso Nuovo Monitore Napoletano, studiosa della Repubblica Napoletana

Valerio Lucchinetti, laureato in Discipline Economiche e Sociali all’Università Bocconi di Milano con tesi di storia economica sui mercati granari in Lombardia nel XVIII secolo. Attivo professionalmente nel settore della gestione di portafogli azionari è appassionato di storia, con preferenza per il Medio Evo e l’età moderna sino alla Rivoluzione Francese.

Maria Sirago, ricercatrice e pubblicista, si occupa di storia marittima nei suoi vari aspetti, con studi sul sistema portuale meridionale, sulla flotta meridionale in epoca spagnola, austriaca e borbonica, sulle imbarcazioni mercantili, sulle assicurazioni marittime, sul commercio, sulle scuole nautiche e sui sistemi di pesca, sul commercio napoletano tra il Mar Nero ed il Mar Baltico in epoca borbonica.
Antonio Lombardo è ingegnere meccanico, ufficiale di complemento artiglieria e consulente TAR Campania e Prefettura Caserta.
Gianandrea de Antonellis, saggista, docente di letteratura italiana, si occupa in particolare del pensiero politico del periodo ispanico e risorgimentale, degli aspetti religiosi nella letteratura moderna e contemporanea, di storia del teatro.
Giorgio Martinic, presidente dell’Associazione degli Italiani di Croazia.
Angela Greco, stilista, tessitrice, studiosa di storia della moda
Emiliano Beri è professore aggregato presso il Dipartimento di Antichità, Filosofia e Storia dell’Università di Genova, dove insegna Storia militare, ed è responsabile per la divulgazione scientifica del Laboratorio di storia marittima e navale (NavLab).
Fabio Meardi, Laureato in Storia, con indirizzo in Storia Medievale, e in Psicologia, con indirizzo in Psicologia Clinica, lavora come insegnante di sostegno nelle scuole superiori, formatore e psicologo.
Marco Vigna è laureato in storia summa cum laude, dottore di ricerca in storia (Philosophiae doctor) ed autore di pubblicazioni nel campo di storia medievale.
Marco Mostarda ha studiato Scienze Storiche presso l’Università di Trento e collabora col Laboratorio di Storia Marittima e Navale dell’Università di Genova
Andrea Carnino, laureato in Economia Aziendale e studioso di Case Reali
Anselmo Pagani, laureato in giurisprudenza, è studioso di storia e divulgatore
Gianluca Bertozzi, laureato in Giurisprudenza, è studioso di storia militare
Salvatore de Chiara, giornalista, cultore di storia militare e collezionista di cimeli bellici. E’ curatore del Civico Museo di Storia Militare di Aversa e membro del comitato scientifico del MOA (Museum of Operation Avalanche) di Eboli.
Nicola Bergamo, dottore di ricerca in Storia Bizantina, è storico e scrittore nonchè direttore scientifico della rivista internazionale di studi bizantini Porphyra
Davide Alessandra, laureando in giurisprudenza e studente di archivistica, paleografia e diplomatica presso la scuola dell’Archivio di Stato di Palermo.
Giovanna Falco, ha collaborato con Spigolature Salentine e con la Fondazione Terra d’Otranto, ed è autrice del libro Lo stemma di Lecce: momenti e monumenti. La torre la lupa e il leccio, Edizioni del Grifo 2007.

Salvatore Palladino, Capitano della Riserva Selezionata dell’Esercito Italiano, ricercatore di storia militare e storia del meridione d’Italia, archivista ecclesiastico e consulente scientifico del Civico Museo di Storia Militare di Aversa.

Hugo Vázquez Bravo, storico, ricercatore e saggista dell’Universidad de Oviedo e del Centro de Estudios Borjanos
Ramón Vega Piniella, Universidad de Oviedo y Centro de Estudios Borjanos
Vincenzo d’Amico, editore, bibliofilo, studioso di giornali napoletani di fine Ottocento
Silvia Capasso, ornitologa
Felicia Piccolo, laureata in Economia del Turismo
Viviana Isernia, saggista ed islamologa
Ulderico Nisticò, saggista, docente di italiano e latino, studioso di tradizionalismo
Antonella Scarinci, (Museo dell’Abruzzo Bizantino e dell’Arte Medievale)
Alessandro Fumia, studioso di storia messinese, è autore di numerose pubblicazioni tra cui “Quaderno di ricerca sulle Pietre egizie del Museo di Messina” e “Antonello da Messina a Giostra”.
Mino Errico, docente, studioso di meridionalismo
Paolo Rivelli, Presidente del Real Circolo Francesco II di Borbone
Francesco De Cesare, studioso di Seconda Guerra Mondiale, membro dell’Associazione Salerno 1943
Giuseppe Osvaldo Lucera, studioso di brigantaggio
Grazia della Volpe, giornalista
Jorge Manuel Moreira Silva, comandante della Marina Portoghese, autore del romanzo “O Almirante Português”
Domenico Giuseppe Costabile, Ordine costantiniano di San Giorgio
Paolo Walter Di Paola, architetto, membro dell’Associazione “Via Francigena nel Sud”
Rosario Mastriani, nipote e studioso di Francesco Mastriani
Gianni Campo, studioso di Italia Coloniale
Dativo Salvia y Ocaña, Vicedelegato del SMOC in Catalogna, Cavaliere di Merito
Antonio Pio Iannone, studioso di storia di Giugliano
Rodolfo Armenio, Associazione Internazionale “Regina Elena”
Alessandro Rammacca, Circolo Culturale Numismatico Siciliano
Marino Maiorino, astrofisico e romanziere, studioso della Magna Grecia

Contattaci

8 + 8 =