Litanie dei Pellegrini Lombardi

Queste “Litanie dei Pellegrini Lombardi” sono tratte dall’Omnibus letterario del 7 aprile 1848. Esse riflettono le spinte lombarde verso la liberazione dal dominio austriaco e l’unificazione d’Italia.

 

***

Tutta l’Italia è patria e noi non siamo esuli finchè restiamo sopra terra italiana, ma siamo bensì pellegrini in quanto un voto ci lega di andare pellegrinando in Terra Santa, cioè a dire nella Lombardia liberata: perocchè il cuore della patria è la casa paterna, è il rito ove siam nati e abbiamo appreso a pregare e ci fu rivelato l’amore; è là ove lasciammo i nostri morti in riposo, le nostre madri, i nostri figli, i nostri fratelli nel pianto.

Kyrie eleison – Christe eleison – Christe audi nos – Christe exaudinos.

Padre nostro che liberasti il popolo tuo dalla cattività dell’Egitto, e l’hai ricondotto in Terra Santa, – Ci riconduci in Lombardia.

Figlio di Dio che per redimerci salisti il Calvario, piangesti sul Golgota e sei morto sovra una Croce – Risuscita la Lombardia.

Vergine Maria, Madre dei Dolori, Patrona delle vittime, Avvocata dei Martiri – Salva la Lombardia.

Sant’Ambrogio Protettor di Milano – Prega per noi.

San Marco Protettor di Venezia – Prega per noi.

Glorioso Pio IX, Apostolo di carità, patrono d’Italia. Prega per noi.

E voi tutti Martiri e Santi Protettori, e Patroni delle città Lombarde e Italiane – Pregate per noi.

Dall’invasione Austriaca – Ci libera o Signore.

Dalla servitù Austriaca – Ci libera o Signore.

Dal flagello della presenza austriaca – Ci libera o Signore.

Per il sangue glorioso versato su patiboli delle libertà Italiane – Ci libera o Signore.

Per le crudeli torture delle immortali vittime dello Spielberg – Ci libera o Signore.

Per i dolori di tutti gli esuli, e per gli spasimi di tutti i martiri – Ci libera o Signore.

Per le anime celesti dei fratelli BANDIERA e consorti – Ci libera o Signore.

Per il sangue incolpevole versato dal ferro austriaco nelle stragi di Milano – Ci libera o Signore.

Per il sangue incolpevole versato dal ferro austriaco negli eccidi di Pavia – Ci libera o Signore.

Per il sangue incolpevole versato dal ferro austriaco ne massacri di Padova – Ci libera o Signore.

Per le lagrime e gli strazii delle nostre povere madri. Ci libera o Signore.

Per il lutto delle vedove e degli orfani dei nostri fratelli trafitti – Ci libera o Signore.

Per trentatrè anni, che ad immagine tua portiamo la croce dell’espiazione e della salute italiana – Ci libera o Signore.

Per i dolori del nostro Golgota, per gli affanni della nostra Passione – Ci libera o Signore.

Pel fiele bevuto nel calice degl’insulti stranieri – Ci libera o Signore.

Per la corona di spine di cui s’incoronò lo straniero. Ci libera o Signore.

Per la Patria nostra crocifissa e trasitta dalla lancia austriaca – Ci libera o Signore.

Fa che si spezzi la pietra del nostro sepolcro, fa che la guerra si accenda per la redenzione di Lombardia e dell’Italia – Ti preghiamo ci ascolta.

Fa che sorgiamo armati, e che si laceri il velo di cui si copre quest’ultima nazionale bandiera – Ti preghiamo ci ascolta.

Fa che possiamo piantarla e salutarla Regina sulle torri di Venezia, sulle mura di Milano, sul Po e sulle Alpi che stanno aspettandola – Ti preghiamo ci ascolta.

E che si stringa sorella alla bandiera Sabauda, alla Croce Italiana, come noi oppressi stendiamo le braccia a liberi nostri fratelli – Ti preghiamo ci ascolta.

E allora e non prima ci colga la morte, perchè essa non ci trova fuori del campo dell’onore italiano – Ti preghiamo o Signore.

Allora e non prima perchè il sangue nostro sia sparso per redimere la terra d’Italia – Ti preghiamo o Signore.

Allora e non prima perchè le ossa nostre riposino radicate in tomba italiana – Ti preghiamo o Signore.

Allora e non prima, perchè da campi paterni, possiamo morendo abbracciare collo sguardo la Lombardia riconquista, salutare l’Italia redenta, libera e indipendente. Ti preghiamo o Signore.

Dio degli eserciti, – Combatti con noi.

Dio delle Glorie, – Trionfi con noi,

Dio delle vendette, – Disperdi con noi nella polvere i nostri tiranni.

Kyrie eleison – Christe eleison – Christe audi nos Christe exaudi nos.

Pel nome del Padre, del Figliuolo, e dello Spirito Santo. E così sia.

 

 

Fonte foto: dalla rete

historiaregni

Historia Regni è un portale telematico dedicato alla storia, anzitutto quella italiana. Nasce su iniziativa di Angelo D’Ambra, è senza scopo di lucro e si avvale di collaborazioni gratuite. Le foto presenti sono state, in parte, prese da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo al nostro indirizzo email info@historiaregni.it e si provvederà alla rimozione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × 1 =