Home / Sud / Via Chiaia, la strada dell’arte e dello shopping

Via Chiaia, la strada dell’arte e dello shopping

Via Chiaia è una delle più note ed eleganti strade di Napoli, una delle mete preferite per lo shopping, ricca di boutique e di negozi caratteristici ma anche di edifici di interesse storico ed architettonico.

La via parte da Piazza Trieste e Trento, nei pressi di Piazza Plebiscito e di via Toledo, alla sinistra del noto Caffè Gambrinus, e termina a Piazza dei Martiri, molto vicino alla Riviera di ChiaiaVia Chiaia era la strada che portava all’estremo ovest della città e ai Campi Flegrei della costa. Ad accrescerne l’importanza fu la collocazione nel XIII secolo di Porta Petruccia, alla fine della strada presso l’incrocio con via Santa Caterina, porta detta “di Santo Spirito” per la vicinanza all’omonimo convento oggi non più esistente, ma anche chiamata “porta Romana” perché posta in direzione di Roma. Nel 1782 essa fu abbattuta per rispondere alle esigenze di espansione della città verso ovest. La strada è costituita da numerosi ed importanti edifici tra i quali spiccano la Chiesa di Sant’Orsola a Chiaia, il ponte di Chiaia, la Chiesa di Santa Caterina, il Teatro Sannazaro e Palazzo Cellammare che “accoglieva specialmente il fiore dei forestieri, che capitavano a Napoli, in quei tempi nei quali il viaggio in Italia e il soggiorno a Napoli erano venuti di moda” (in Benedetto Croce, Napoli Nobilissima, 1901, pag. 164).

Particolare è il ponte a forma di arco trionfale con un’ascensore all’interno di uno dei pilastri, caratteristica è la scalinatella di vicoletto Sant’Arpino, ma soffermiamoci su di un bar speciale: “Il caffè di donna Luisa”. In effetti non è semplice bar, ma il popolare accesso al noto teatro Sannazaro. Questo teatro è uno scrigno che non ti aspetti. Venne inaugurato il 26 dicembre del 1874, su progetto di Fausto Niccolini ed eretto su un fondo già appartenente ai Padri Mercenari spagnoli, e conserva tutto lo charme di fine Ottocento. Fu il primo ad essere illuminato per mezzo di luce elettrica, era il 1888 e l’anno successivo raggiunse la notorietà grazie alla prima di “Na Santarella”, commedia di successo di Eduardo Scarpetta, alla quale la nobiltà napoletana accorse con eleganti abiti e scintillanti gioielli. Vi rappresenteranno le loro commedie anche i fratelli De Filippo imprimendo al teatro un forte sapore “napoletano” che si respira ancora nelle stagioni teatrali proposte. Come scrivevamo, oggi l’ingresso del teatro risulta adibito a caffè all’aperto, dedicato all’attrice Luisa Conte che negli anni ’70 si impegnò per riportare agli antichi fasti il Sannazaro. Entrandovi non si riesce ad immaginane quale tesoro di architettura ci sia appena dopo la bouvette, la ricchezza degli ori, lo splendore degli stucchi, la bellezza delle decorazioni che ornano la struttura. Il turista potrebbe pensare di assistere ad uno dei numerosi spettacoli, lo consigliamo.

Grazie ai negozi dei grandi marchi internazionali, situati principalmente tra Piazza dei Martiri e via Carlo Poerio, Via Chiaia è diventato uno dei principali centri per lo shopping di alto rango in Italia. Le vetrine delle più rinomate firme mondiali attirano lo sguardo giornaliero di centinaia di visitatori: Foot Locker, Macron, Calzedonia, Luisa Spagnoli, Diesel. La via sfocia a Piazza dei Martiri con le vetrine di Salvatore Ferragamo e Harmont&Blaine.

Di particolare interesse è poi il Magnum Store, giunto a Napoli il 29 aprile 2014, dopo le inaugurazioni di Roma e Milano. La nuova gelateria del gruppo Algida è stata molto apprezzata dai napoletani perché offre a tutti i clienti la possibilità di personalizzare il proprio Magnum con granelle varie e cioccolata versata al momento. Il prezzo di un gelato varia dai due ai quattro euro, in base alla confezione per cui si opta. Ma non vi si trovano solo magnum! Il punto vendita di via Chiaia infatti è un vero è proprio bar con sala riservata alle consumazioni dove è possibile bere tranquillamente un caffè ai tavolini interni.

Questa strada rappresenta un microcosmo, un concentrato di storia, shopping e convivenza, un luogo di ritrovo tranquillo ma al contempo frequentato. La percorrono studenti, impiegati, ragazzi ed adulti intenti in una passeggiata di relax, gente d’ogni estrazione sociale. Vi si possono incontrare artisti di strada, attori, fotografi impegnati a ritrarre coppie di sposi. E’ una arteria importante nella vita cittadina, chiunque si trovi in visita a Napoli non può fare a meno di addentrarvisi.

Autore articolo e foto: Felicia Piccolo

 

Felicia Piccolo, laureata in Economia del Turismo

About historiaregni

Historia Regni è un portale telematico dedicato alla storia, anzitutto quella italiana. Nasce su iniziativa di Angelo D’Ambra, è senza scopo di lucro e si avvale di collaborazioni gratuite. Le foto presenti sono state, in parte, prese da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo al nostro indirizzo email info@historiaregni.it e si provvederà alla rimozione.

Check Also

La Divina Commedia di Alfonso d’Aragona

Era la primavera del 1901 quando l’originale di “La Divina Commedia di Alfonso de Aragón, ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.