Alfabeto carbonaro

Quello che segue è il testo di una lettera inviata da Ciro Menotti a Enrico Misley contenente tutte le disposizioni in merito alla stesura di corrispondenze cifrate tra carbonari, la parola d’ordine e l’alfabeto carbonaro.

***

 

Arrivai or ora da Bologna, ove questa notte mi occupai di farti l’alfabeto del quale ti servirai al ricevere la presente, ed io me ne servirò appena saprò che avrai ricevuto questa mia, e che siamo d’accordo.

Alfabeto convenzionale:

o, p, g, t, i, f, c, h, e, r, n, m, a, b, q, l, z, d, u, v, x, y, s

Alfabeto generale:

a, b, c, d, e, f, g, h, i, l, m, n, o, p, q, r, s, t, u, v, x, y, z.

Esempio: “Dipenderete dal Comitato di Napoli per combinare il vostro movimento. Egli è d’accordo con Parigi. Verrà in Italia il generale Pepe”.

Trascrizione: “Tebimtilidi tor Ganedoda te Mobare bil ganpemoli er vazdta navenimda. Icre i t’oggalta gam bolece. Villo em Edoreo er cimilori Bibi”.

Ciò non basta: si scriverà e con l’alfabeto e con la parola d’ordine. Sia “Indipendenza” la parola d’ordine e si scriverà alternativamente una lettera sì e una no, incominciando sempre dalla lettera della parola d’ordine.

Esempio composto con la parola “Indipendenza” e l’alfabeto convenzionale per le parole: Dipenderete dal Comitato, ecc. :”I tnedbi i pmetni dleindziait nodri gpaenneddeondzaa”.

Levate le lettere che formano la parola “Indipendena” e vi resteranno le lettere “Tebimtilidi tor Ganedoda”, cioè: “Dipenderete dal Comitato”.

Occorrerà scrivere molto chiaro. Vi vorrà della pazienza, ma conviene usarne molta, perchè i nostri nemici sono in sospetto. Eppoi, mio caro, sappiate che il segreto di scrivere (l’inchiostro simpatico) non è un vero segreto, perchè se esponete la carta al fuoco come si fa, col limone, troverete che i caratteri vengono fuori bene, e si legge come se si usasse il reagente. Ecco perchè credo necessarie queste nuove precauzioni di alfabeto convenzionale e di parola d’ordine. Per adesso la parola sarà “Indipendenza”. Poscia “Liberta di riunione”.

 

 

Fonte foto: dalla rete.

historiaregni

Historia Regni è un portale telematico dedicato alla storia, anzitutto quella italiana. Nasce su iniziativa di Angelo D’Ambra, è senza scopo di lucro e si avvale di collaborazioni gratuite. Le foto presenti sono state, in parte, prese da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo al nostro indirizzo email info@historiaregni.it e si provvederà alla rimozione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre + 10 =