L’Operazione Opera

L’Operazione Opera

Alla fine del 1970, a seguito dell’acquisto da parte degli irakeni di un reattore nucleare francese di classe “Osiride”, i servizi segreti israeliani sospettarono che Saddam Hussein volesse dare inizio ad un programma militare per lo sviluppo di armi nucleari. Fu così che maturò l’Operazione Opera. (altro…)

L’esempio del Duca degli Abruzzi in Somalia

L’esempio del Duca degli Abruzzi in Somalia

Si definisce spesso (e giustamente) come “straccione” il colonialismo italiano in Africa. Il Villaggio del Duca degli Abruzzi nel Uebi Scebeli (Somalia), al contrario, fu un raro esempio di grande capacità organizzativa, logistica, tecnologica e di sensibilità verso le popolazioni indigene. Il personale era reclutato su base volontaria e il Duca interpellava sempre i capovillaggio, e i contratti venivano sottoscritti davanti al Residente. Si disponeva della migliore tecnologia dell’epoca sulla bonifica e sui sistemi irrigui. Nel Villaggio, oltre ai somali, diedero il loro contributo lavorativo anche eritrei e yemeniti, creando così un nucleo operaio – contadino multietnico e multireligioso. Il tutto grazie alle grandi capacità del Duca e ai denari degli investitori (tra cui la COMIT di Toeplitz) che investirono nella S.A.I.S. (Società Agricola Italo Somala) ingenti somme, sopportando il periodo iniziale di start up. Vista l’alternatività del modello del Villaggio rispetto agli schemi (brutali) del fascismo di De Vecchi (uno dei quadrumviri della marcia su Roma relegato in Somalia da Mussolini, dopo che negli scontri con gli operai a Torino nel 1920 erano stati uccisi alcuni lavoratori), il Duca fu comunque sempre molto cauto e faceva spesso visita al Ministro delle Colonie Federzoni, come ci documentano i Diari di quest’ultimo redatti nei primi mesi del 1927. (altro…)

Il Teatro Sociale di Este

Il Teatro Sociale di Este

Il poeta e drammaturgo scozzese John Home (1722 – 1808) ha, senza volerlo, legato il proprio nome a quello della città di Este. Il 30 settembre del 1824, infatti, al Teatro Sociale di Este era stata rappresentata la sua tragedia “L’assedio di Aquileia”, e purtroppo durante la rappresentazione il fuoco di alcune fiaccole dei figuranti si era propagato prima alle scenografie e poi alle strutture del teatro che venne completamente distrutto. (altro…)